Quanti Plugin, sono troppi plugin?

quanti plugin wordpress

Quanti plugin posso installare su WordPress?

O su un sito wordpress professionale? C’è differenza?

Il record per il maggior numero di plug-in installati su un sito WordPress per la nostra esperienza è 547. Non scherzo. E il sito funziona bene, abbastanza incredibilmente.

Sei plugindipendente? Ti piace il brivido della caccia, della ricerca del plugin giusto per risolvere un particolare problema sul tuo sito e poi della sua configurazione?

Con oltre 40.000 plug-in gratuiti tra cui scegliere nella sola directory dei plugin di WordPress, è facile sentirsi come un bambino in un negozio di giocattoli….gratis.

Oppure sei l’esatto contrario e ti diverti a ridurre il peso del tuo sito fino al minimo indispensabile dei plug-in necessari per averlo più performante in termini di velocità etc. etc.?

Le domande qui sono:

  • C’e’ il rischio di finire con l’installare troppi plugin?

  • E se sì, quanti sono troppi plugin?

  • Che danno, se esiste, posso causare al mio sito con un eccessivo numero di plugin?

  • Come devo scegliere i giusti plugin per il mio sito?

In questo post, risponderemo a queste domande urgenti.

Plugin: un male necessario?

WordPress funziona benissimo da solo, ma hai bisogno di plugin se vuoi aggiungere caratteristiche e funzionalità extra.

Senza plugin, WordPress sarebbe una piattaforma molto limitata.

Quindi scegliere i plugin giusti può giocare un ruolo importante nel successo di un sito Web WordPress Professionale.

Fortunatamente, grazie a un armata di sviluppatori sempre in continua crescita, nascono sempre più plugin gratuiti e commerciali tra cui scegliere.

Creando questi plugin, gli sviluppatori sono stati in grado di offrire agli utenti di WordPress un maggiore controllo sul rendimento dei propri siti Web e su quello che possono fare, senza che dobbano  mai scrivere una singola riga di codice.

La directory dei plugin di WordPress ospita più di 40.000 plug-in.

La directory dei plugin di WordPress ospita oltre 40.000 plug-in.
È diventato veramente semplice cercare i plugin, installarli e attivarli sul sito web.

Risultato: Un altra funzionalità attiva sul tuo sito web, senza pagare la conoscenza tecnica di uno sviluppatore esperto.

Tuttavia, è vero anche, come per la maggior parte delle cose positive nella vita, che i plugin non arrivano mai senza la loro dose di problemi.

Chiunque abbia curato un sito Web WordPress per un periodo di tempo significativo ha sperimentato inevitabilmente, problemi con plug-in, che causano il malfunzionamento del sito per le più svariate ragioni.

Ad esempio, le pagine si caricano lentamente, le voci di menu scompaiono o le immagini non vengono caricate, o magari compaiono errori di codifica.

Ma fino a che punto questi problemi sono colpa dei plugin che hai installato? E le cause di questi problemi si riducono al numero di plug-in che hai installato o sono connessi a qualcos’altro?

come-funzionano-plugin

Come funzionano i plugin

I plugin influiscono sul back-end(il lato amministratore del sito) e front-end(il lato che l’utente naviga) del tuo sito web.

Ciò significa che possono fornire funzioni che l’amministratore di un sito può sfruttare nel back-end(come l’analisi, i backup o l’ottimizzazione SEO) oppure possono aggiungere una funzionalità al front-end del tuo sito di cui beneficiano i visitatori (come slider, widget o personalizzazioni etc.). O ancora, possono che influenzare entrambi i lati del sito web.

I plug-in influenzano le prestazioni del sito in due modi distinti: richieste HTTP aggiuntive e query di database aggiuntive.

Finire impantanati nelle richieste HTTP …

Alcuni plugin, soprattutto quelli front-end, richiedono la personalizzazione di stili o script  per funzionare correttamente e possono aggiungere file JavaScript o CSS aggiuntivi al tuo sito web.

Questi elementi sono fondamentali per modificare l’aspetto esteriore del tuo sito Web, che è essenzialmente ciò che fanno i plugin front-end.

Ma ogni file che aggiungi al tuo sito, incluse le immagini, richiede una richiesta HTTP.

Questo significa che quando i plug-in forniscono nuove funzionalità al tuo sito, vengono inviate richieste HTTP aggiuntive ogni volta che si carica il sito web sul browser.

HTTP funziona come un protocollo di richiesta-risposta tra un client(computer dell’utente) e un server(il computer su cui è pubblicato il sito web).

Quando un visitatore raggiunge il tuo sito Web e accede a una pagina Web specifica, il computer invia al server una richiesta HTTP per i file relativi a tale pagina Web . Il server recupera i file e li invia al visitatore sotto forma di pagina Web.

Quando le informazioni richieste vengono restituite tramite il server Web, vengono tradotte in HTML formattato, (che è una pagina Web ) che i visitatori possono leggere e comprendere attraverso un Browser.

Il problema con questo processo è che recuperare la richiesta del lettore da un database principale, può richiedere molto tempo, rallentando così la velocità del tuo sito web.

Che tu abbia un sito Web di grandi dimensioni, o un sito super leggero che punta alla massima velocità, di solito non c’è motivo di preoccuparsi delle richieste HTTP effettuate dai plug-in. Se questi sono ben costruiti non avrai particolari problemi.

E comunque hai la possibilità di disabilitare questi gli script aggiuntivi e file CSS  consultando un professionista WordPress per ripulire il tuo sito, nel caso questi ti diano problemi.

Non dimenticare le extra query del database.

Alcuni plugin possono aumentare il numero di query che vengono inviate al database .

Tutte le informazioni del tuo sito web sono memorizzate nel database principale e se stai utilizzando un plugin che memorizza informazioni sul database, come un tracker di visualizzazioni pagina / post, verranno inviate query al database per recuperare e archiviare tali informazioni.

Queste query aumentano il carico del server database e mettono a dura prova le prestazioni del tuo sito web.

Anche se la maggior parte dei plugin ben codificati, avrà un impatto minimo sul carico server del database, è importante ragionare sula criticità dei plug-in sul tuo sito Web, in caso essi effettuino numerose chiamate al database, soprattutto se non disponi di risorse server valide.

Investire in un buon servizio di hosting per wordpress, tuttavia, può eliminare la maggior parte dei problemi che possono sorgere.

Il dibattito: troppi plugin bloccano il mio sito?

La questione è ormai antica, avere troppi plugin installati e attivati sul tuo sito contribuisce a renderlo instabile e potenzialmente inutilizzabile? 

Per ogni aneddoto che spiega che l’uso eccessivo di plugin è pericoloso, ce ne sarà uno ugualmente convincente che dice che non è così.

La migliore risposta è: sì e no, dipende dal caso specifico.

Mentre la maggior parte delle fonti non si espone con un dato chiaro riguardo a quanti plugin possono considersi troppi, Dan Norris, co-fondatore  di WP Curve, raccomanda un numero di circa 20 plugin. Tuttavia, pur sottolineando che “meno è meglio“, è anche molto solerte nello specificare che non esistono regole rigide e definitive. Tutto dipende dal caso specifico.

Troppi plugin=Potenziali problemi?

A seconda dei plugin che hai installato, di quanti sono attivi, di come sono codificati e del loro scopo, possono sorgere una serie di potenziali problemi.

Quando si costruisce un sito internet che ha delle aspirazioni più concrete, è necessario avere un professionista che ci assista e valuti  quale plugin può assolvere meglio per implementare una funzione specifica sul sito.
Inoltre egli sarà anche in grado nel futuro di stabilire come i plugin che sono installati interagiscano tra loro e scongiurare eventuali malfunzionamenti. Questo è uno dei motivi per cui un professionista dovrebbe come minimo supervisionare l’attività di creazione di un sito web WordPress professionale.

Qui ci sono alcuni problemi che potresti incontrare a causa della scelta di plugin scadenti:

n.1: Blocco del sito web

Nemmeno gli sviluppatori più rispettati possono evitare di avere problemi con i loro plugin WordPress.
Ad esempio WP Super Cache e W3 Total Cache, i 2 plugin di caching più popolari nel panorama WordPress, nella loro storia hanno presentato quella che è considerata una vulnerabilità molto grave, “l’esecuzione di codice remoto”.

Inoltre, non dimentichiamo i problemi riscontrati nel 2013 da molti proprietari di siti Web che  utilizzavano un plug-in gratuito per WordPress con oltre 20 milioni di download, Yoast.

Il fatto è che questa è la natura della comunità di WordPress e questo è il prezzo da pagare per il suo desiderio di rimanere un progetto open source.

Persone da tutto il mondo sono libere di creare, utilizzare, modificare e condividere (in forma modificata o non modificata) tutti i software creati con e per WordPress. Ciò significa che di tanto in tanto, un “qualcosa” di mal scritto, anche un plugin o due, potrebbero intrufolarsi nel tuo sito(perchè ce li metti tu). Questo è il prezzo che paghiamo per un progetto basato su una comunità, in cui il libero arbitrio è totale e in cui a costi molto bassi si possono ottenre dei siti web capaci di fare praticamente qualsiasi cosa..

Sfortunatamente, a causa di istanze come quelle sopra menzionate e della disponibilità apparentemente infinita di plug-in gratuiti, per non parlare di tutte le opzioni a pagamento disponibili, si tende a preoccuparsi delle prestazioni, della sicurezza e dell’affidabilità del proprio sito web quando queste sono compromesse.

n. 2: Prestazioni del sito e velocità

Quando si tratta di prestazioni, i proprietari dei siti Web si preoccupano maggiormente per la velocità di caricamento delle pagine.

Realisticamente, più plug-in sono installati sul tuo sito web, più lento sarà il sito a caricare.

Ricorda, per ogni plugin che usi, deve essere inviata una richiesta al server, e quando ognuno dei tuoi lettori carica una parte del tuo sito web aggiunge chiamate e impiega banda e ram.

Tutto questo aggiungere codice da processare per il browser, ogni volta che viene caricato il sito  può influire sulla velocità di caricamento della pagina…

Un’altra preoccupazione per le prestazioni, è la compatibilità tra i plugin installati. Non è raro che due o più plug-in non vadano d’accordo tra loro mentre interagiscono sullo stesso sito web.

Ciò può causare problemi che vanno dai rallentamenti della velocità della pagina a un fallimento di un sito Web completo.

n.3: Violazioni della sicurezza Web

La sicurezza del tuo sito Web WordPress dovrebbe essere sempre una preoccupazione importante.

Nessuno vuole vedere il proprio lavoro distrutto da un hacker.

Ogni volta che questo accade, la reputazione duramente guadagnata da un sito web, può essere persa nello spazio di una notte e le aziende che lo sviluppano possono essere gravemente colpite nell’immagine, per non parlare dello sforzo e del tempo necessari per riprendersi da un tale attacco.

Il problema è di base quando installi un software c’è e ci sarà sempre qualche elemento di rischio, qualsiasi software decidi di installare e ovunque tu decida di installarlo.

WordPress e il suo ecosistema non sono privi  di uno storico di exploit e vulnerabilità.
In questo senso il tuo WebMaster(Professionale) può esserti molto utile.

n.4:  Affidabilità

Un’altra tra le principali preoccupazioni degli utilizzatori WordPress che desiderano più plug-in, è l’affidabilità.

Questi potenziali problemi includono:

  • una scarsa qualità del codice,
  • interruzione dei servizi,
  • discontinuità delle scadenze di aggiornamento,
  • i bassi livelli di supporto 
  • la facilità d’uso.

Questi problemi possono combinarsi per rendere quello che sembrava un ottimo plugin , in un mostro dal potenziale devastante per un sito web che deve vendere online.

 

troppi-plugin

Come evitare problemi con i plugin

Può passare facilmente l’idea  che ci siano problemi infiniti associati all’installazione di troppi plug-in sul tuo sito.

Invece, con un po ‘di attenta pianificazione e seguendo i consigli di esperti WordPress, questi problemi possono essere facilmente evitati e risolti.

Ecco alcuni suggerimenti che aiutano a evitare e superare i problemi associati all’uso eccessivo o non corretto dei plug-in.

 

Consiglio n. 1: verifica della duplicazione della funzionalità

La prima cosa da fare quando pensi di installare un nuovo plug-in sul tuo sito web è di ricontrollare i tuoi plugin attivi e non. Le funzionalità che ti servono sono già incluse in uno dei tuoi plugin attivi?
Cerca di avere piena chiarezza su quali siano le funzionalità dei plug-in esistenti sul tuo sito web, prima di installare un plug-in che potrebbe finire per duplicare funzionalità di sistema.

Questo può facilmente impedire l’installazione di plug-in che siano i duplicati l’uno dell’altro e possibili malfunzionamenti.

Consiglio n. 2: gestione del rallentamento del sito

Si dice che troppi plug-in attivi possano rallentare il tuo sito fino a cristallizzarlo.

Questo è il motivo per cui installare un plugin di memorizzazione della cache come W3 Total Cache o WP Super Cache è un operazione raccomandata.

Quando la velocità della tua pagina rallenta, magari a causa di installazioni di plug-in eccessive, cosa succede quando inserisci un altro plug-in nel mucchio?

Bene, i plugin per la cache trasformano i file richiesti dal server e consegnati agli utenti, in file statici, memorizzati al livello del Browser, o sul server stesso, riducendo il carico di elaborazione sul server.

Questo può migliorare significativamente le prestazioni del sito, rendendolo ancora più veloce.

Consiglio n. 3: test delle prestazioni dei plug-in sul tuo sito

Un’altra soluzione semplice e veloce consiste nel testare i tempi di caricamento della pagina prima e dopo l’installazione di un plug-in a cui sei interessato.

Un buono strumento da utilizzare è Google PageSpeed Insights.

Inserisci il tuo URL nel sito di PageSpeed e otterrai un elenco di suggerimenti su come migliorare la velocità del tuo sito. Misurare la velocità prima e dopo ti darà un’idea di come un plug-in influenza le prestazioni generali del tuo sito web.

 Per quanto riguarda i problemi di compatibilità tra i plug-in installati sul tuo sito Web, non è realistico aspettarsi che ogni combinazione funzioni bene. I conflitti si verificano e non sempre a causa di plugin difettosi.

Con tutti i plugin, che esistono, ci si deve aspettare che alcuni possano entrare in conflitto con le funzionalità di un altro.

 
Per minimizzare questo problema, puoi provare a utilizzare P3 (Plugin Performance Profiler). Questo plugin crea un profilo delle prestazioni dei tuoi plugin e misura il loro impatto sui tempi di caricamento del tuo sito web. Può anche aiutarti a limitare i plug-in che causano problemi sul tuo sito web.

Consiglio n.4 : soluzioni di affidabili

Un buon codice è fondamentale per l’affidabilità di qualsiasi tema o plugin WordPress.

“Rispettare gli standard di codifica di WordPress, compreso l’uso valido di azioni e filtri,” è ciò che le persone dovrebbero cercare in un plug-in di buona qualità.

In definitiva, sebbene la qualità del codice sia monitorata all’interno dell’ecosistema WordPress, questo non vale ovunque, specialmente quando si tratta di plug-in al di fuori della directory WordPress.

I plugin fuori produzione inoltre possono diventare un problema da un momento all’altro.

Se al contrario si utilizzano plug-in di alta qualità e popolari, perchèè usati molto e recensiti, è probabile che per questi non mancheranno gli aggiornamenti.

Quando valuti un potenziale plug-in gratuito o commerciale per il tuo sito, devi controllare il livello di supporto che  offre. 

Ultimo, la facilità d’uso è una caratteristica importante quando si tratta di plugin. Mentre non si dovrebbe mai giudicare un libro dalla copertina, spesso un’interfaccia di qualità con cui è facile interagire è un segno di un plugin ben sviluppato.

Scegli i tuoi plugin con Saggezza

È facile rimanere intrappolati nell’incanto di poter installare un nuovo scintillante plug-in con tante belle funzioni.

Ecco un elenco di suggerimenti da prendere in considerazione quando stai  decidendo se installare e attivare un nuovo plug-in. Seguire queste linee guida, ti aiuteranno a determinare se un plugin è adatto al tuo sito web:

  • Ricorda, NON ci sono troppi plug-in che causano problemi sul tuo sito web, ma solo quelli mal costruiti.
  • Scopri chi è lo sviluppatore del plugin:  cerca plugin sviluppati da autori rispettati nella comunità di WordPress per evitare problemi.
  • Punteggio a stelle, recensioni degli utenti e forum di supporto sono tutti ottimi consigli per capire come funziona un plug-in per gli altri. Cerca plugin con tante recensioni a cinque stelle.
  • Valuta l’esperienza dei tuoi visitatori quando navighi il tuo sito: è chiaro, funziona correttamente e rapidamente è attraente ? Il nuovo plug-in aiuta o ostacola l’esperienza dell’utente?
  • Tieni d’occhio quali plug-in stai utilizzando o non usi più sul tuo sito. – Rimuovi qualsiasi plug-in dal tuo sito che non ti serva, compresi gli elementi inattivi.
  • Controlla la documentazione del plugin che vuoi installare: cerca una descrizione approfondita, tutorial e schermate del plug-in inche vuoi usare.
  • Guarda la data dell’ultimo aggiornamento e il numero di download o installazioni attive: un plug-in credibile e ben consolidato viene aggiornato regolarmente e ha statistiche di download elevate.
  • Seguendo questa lista di controllo, dovresti essere in grado di ridurre il rischio di subire un impatto negativo sul tuo sito a causale scelte sui plug-in.
[/vc_column]

Tutto si riduce a fare scelte informate più che di cuore

Alla fine, l’aggiunta di nuove funzionalità al tuo sito Web è destinata ad avere un qualche tipo di effetto nel tempo sulle prestazioni, l’usabilità, la sicurezza e l’affidabilità del tuo sito.

Sebbene la maggior parte degli utenti può non incorrere in alcun problema, a volte può capitare. È importante ricordare che il tuo sito web deve essere efficiente e sicuro quanto il codice che lo compone e questo codice include anche quello del plugin.

Usa tutti i plug-in che ritieni necessari: “se tutti hanno uno scopo importante e ne usi più dell’80%  delle funzionalità”. Aggiungiamo che, sei l’amministratore di un sito quando installi un plugin e stai facendo scelte a volte pesanti “potresti avere installare plug-in sbagliati (o i plugin che sono stati creati male) o mettere in esecuzione la combinazione sbagliata di plug-in” e provocare un pò di caos. Sii responsabile.

Quindi, quanti plug-in sono troppi plugin?

È più importante la qualità che la quantità. Se tieni d’occhio l’efficienza del tuo sito, specialmente quando aggiorni plug-in, il core di WordPress e persino i temi, non dovresti incorrere in problemi che non puoi risolvere rapidamente in un modo o nell’altro, rimuovendo il plug-in, contattando un servizio di supporto di WordPress o ripristinando un backup.

Quando si tratta del numero massimo di plug-in che puoi installare su un sito Web WordPress, tutto ciò che conta davvero è che il tuo sito sia in grado di attirare e trattenere visitatori continuando a lavorare.



Seguici su facebook!

Vuoi un aiuto dagli esperti del nostro Blog?

Assistenza siti web
GUIDA WORDPRESS
Guida Wordpress
GUIDA WOOCOMMERCE
Guida Ecommerce Wordpress
GUIDA OPENCART
Guida Ecommerce opencart

Le Nostre Offerte

Abbiamo scelto di creare i nostri siti internet con WordPress e fornire ai nostri Clienti il massimo della affidabilità e della potenza di questa piattaforma CMS.

offerte siti wordpress

offerte siti ecommerce

assistenza wordpress

servizi seo

offerte hosting

Contattaci

Vuoi un preventivo personalizzato?
Vuoi maggiori dettagli?
Hai commenti?

Saremo lieti di risponderti!

Newsletter

Ultimi Articoli