Ecommerce – Molte visite poche Vendite… Cosa Fare?

Ecommerce visite si acquisti noQuando inizi a gestire un negozio online, non è raro attirare centinaia, persino migliaia di visitatori, ma per qualche ragione … nessuna vendita.

Supponendo che tu stia dirigendo il traffico nel modo corretto, capire esattamente cosa sta impedendo a questi potenziali clienti di effettuare un acquisto può essere difficile come scoprire l’assassino in un Giallo  di Agatha Christie.

Ci sono una serie di fattori che contribuiscono alla maturazione di una decisione in un cliente di effettuare un acquisto, dai dettagli piccoli come il colore del pulsante “Acquista ora” alle scelte grandi come  il modo in cui racconti la storia del tuo marchio.

Come in ogni analisi, è necessario valutare obiettivamente ogni potenziale causa per portare la luce sui problemi reali prima di poterli risolvere.

Quindi fai un passo indietro rispetto al negozio online che hai dedicato ore a costruire, guardalo con occhi nuovi e poniti le seguenti domande:

  1. Il menu di navigazione principale è facile da usare?
  2. Puoi spostare pagine non essenziali nella navigazione verso il piè di pagina?
  3. Il tuo LOGO ha un aspetto professionale?
  4. La tua homepage ha chiari inviti all’azione?
  5. Il testo del tuo sito web parla al tuo pubblico veramente?
  6. Il tuo sito web è altrettanto bello sullo smartphone?
  7. La tua azienda appare affidabile?
  8. Gli utenti aggiungono prodotti al carrello?
  9. Gli utenti stanno abbandonando il carrello?
  10. Il prezzo o le opzioni di pagamento impediscono loro di effettuare il checkout?
  11. Stai effettuando il remarketing per i visitatori del tuo sito web?
  12. Come fanno fluiscono i visitatori, fanno clic e cercano nel tuo sito Web?
  13. Cos’altro potrebbe impedirti di fare vendite?

 

Naviga nel tuo negozio come un nuovo cliente

Il tuo sito web non sarà la prima esperienza che i tuoi potenziali clienti hanno con lo shopping online.

Come ti aspetti che i camerini di un negozio di abbigliamento si trovino sul retro del negozio, ci sono alcune convenzioni che gli utenti si aspettano da un sito web. Mentre alcune possono sembrare ovvie, un passo falso può facilmente comportare la perdita di vendite.

Il tuo menu di navigazione principale è facile da usare?

Nella maggior parte dei casi, gli utenti si spostano dalla tua home page alla pagina del prodotto fino alla cassa utilizzando il menu di navigazione. Questo si trova in genere nella parte superiore (la navigazione dell’intestazione) e nella parte inferiore (la navigazione del piè di pagina) del tuo sito Web.

menu amazon

Puoi vedere le priorità per gli acquirenti che entrano per la prima volta, chiaramente riflessi nei menu di navigazione di intestazione e piè di pagina di Amazon.

Guarda gli esempi dei grandi rivenditori online come Amazon e noterai rapidamente gli elementi comuni a cui sono abituati i clienti.

I menu di navigazione delle intestazioni spesso presentano un pulsante Negozio, che di solito porta a una pagina di raccolta contenente tutti i prodotti di un marchio o un menu a discesa per ordinare i prodotti in ulteriori categorie, come maglioni, magliette e pantaloncini.

menu comparsa amazon

L’area Cosmetici Amazon mantiene la sua navigazione principale pulita e semplice, con un pulsante Bellezza e Salute che si apre su un menu dettagliato di categorie.
A seconda della tua attività, puoi anche includere collegamenti ad altre pagine che i clienti potrebbero voler visitare prima di effettuare un acquisto, come ad esempio:

  • Chi siamo, per i clienti che vogliono saperne di più sulla tua attività o sulla storia del tuo fondatore
  • Contattaci, in modo che i clienti possano contattarti per qualsiasi domanda o dubbio
  • FAQ, per rispondere ad alcune delle domande più comuni che i clienti hanno sui tuoi prodotti
  • Corrieri, quindi i clienti sanno quanto dovranno pagare in aggiunta al prezzo del loro acquisto
  • Guida alle taglie, per aiutare gli utenti a ordinare con sicurezza le giuste dimensioni e ridurre i resi per te

Puoi spostare pagine non essenziali nella navigazione a piè di pagina?

Anche se è nascosto nella parte inferiore del tuo sito Web, i visitatori consultano frequentemente il menù di navigazione a piè di pagina per scoprire ulteriori informazioni su un’azienda.

I menu di navigazione a piè di pagina sono un’altra best practice per i negozi online.
I link che gli utenti trovano qui sono diversi da quelli trovati nel menù principale. I collegamenti a informazioni secondarie, come la politica di reso e di scambio, le recensioni dei clienti, la privacy, i termini e le condizioni, appartengono tutti al piè di pagina del sito Web e non all’intestazione.

Assicurati che i collegamenti di intestazione e piè di pagina funzionino correttamente. Prova ognuno di essi per assicurarti che il titolo corrisponda alla pagina a cui è collegato.

Un collegamento interrotto o errato è un errore facilmente risolvibile che potrebbe danneggiare le tue vendite.

Sii onesto sulla tua homepage

La home page del tuo negozio è come la Vetrina di un negozio fisico. Deve mettere il tuo marchio nella migliore luce, incoraggiando al contempo i clienti a entrare e iniziare a fare acquisti.

Mentre il tema WordPress che scegli avrà un ruolo importante nell’aspetto del tuo negozio online, ci sono anche molti altri fattori da considerare.

Il tuo logo ha un aspetto professionale?

Il Logo è in mostra nella home page del tuo sito Web: qualsiasi cosa, dal tipo di carattere che scegli alla tavolozza dei colori, viene utilizzata dagli utenti per capire chi sei come azienda e se possono diventare i tuoi clienti oppure no.

Domanda a te stesso:

  • Ho un logo professionale?
  • Costruisco una forte identità visiva del marchio con colori e caratteri coerenti?
  • Le mie immagini sono di alta qualità e chiare (evita immagini sfocate o pixelate)?
  • Il testo è facile da leggere e, cosa ancora più importante, scansionare?

Fortunatamente, mettere insieme questi elementi visivi di un marchio non deve essere complicato. Anche se hai già un logo, puoi utilizzare diversi sistemi per creare un logo, per generare una linea guida visiva che puoi applicare al resto del tuo sito web.

Lo stesso si può fare con la fotografia del prodotto. Le tue foto verranno utilizzate dagli utenti per valutare la qualità dei tuoi prodotti, che gli utenti non saranno in grado di vedere di persona. Investi in loro di conseguenza.

Per le foto di lifestyle, puoi scattare le tue o utilizzare le immagini stock professionali gratuite o a pagamento, leggi il nostro articolo su come scaricare foto professionali gratis

Quando si tratta di creare foto di prodotti in alta qualità, utilizzare strumenti semplici e convenienti come:

Se il tuo sito Web attuale non utilizza fotografie professionali e pulite, potrebbe allontanare i clienti.

La tua homepage ha call to actions convincenti?

Proprio come un menu di navigazione, avere gli inviti all’azione giusti sulla tua home page può aiutare a orientare i clienti e indirizzarli dalla Home del negozio alla pagina di pagamento. Una call to action è una linea di testo forte supportata da un pulsante selezionabile.

Lavorano insieme per attirare l’attenzione e incoraggiare l’azione di un visitatore del sito Web.

I negozi di e-commerce in genere presentano il loro principale invito all’azione attraverso i loro banner sulla homepage. Il banner principale in genere attira prima l’attenzione del cliente e viene utilizzato per promuovere il prodotto più venduto o la collezione più avvincente.

header Zalando

Se hai un messaggio secondario da promuovere, come la spedizione gratuita o uno sconto su determinati articoli, il posto migliore per far emergere quell’invito all’azione è spesso una barra degli annunci.

Le barre degli annunci in genere vengono visualizzate nella parte superiore della pagina del sito Web in caratteri di piccole dimensioni, in modo da non competere con il banner principale.

barra_annunci_Zalando

La barra degli annunci utilizzata da Zalando sul suo sito Web non distrae dall’immagine banner. Tuttavia, indica ai clienti un’importante possibilità di ottenere la spedizione gratuita e i resi quando spendono un determinato importo.

L’integrazione di promozioni speciali come questa, nella tua homepage tramite una barra degli annunci, può aiutarti a far emergere un invito all’azione secondario, come un’offerta che si rivolge agli acquirenti attenti al prezzo.

Il contenuto del tuo sito web parla al tuo pubblico di destinazione?

Un altro elemento importante di ogni buona homepage è il contenuto testuale, il testo che persuade e indirizza i visitatori a fare acquisti presso di te.

Il contenuto dovrebbe essere convincente e appropriato. Frasi inutilmente lunghe o grandi paragrafi possono far perdere interesse agli utenti su ciò che si sta tentando di vendere.

pandora prodottoLa maggior parte dei grandi rivenditori online tende a limitare al minimo il contenuto della propria homepage.

Anche quando racconti la storia del tuo marchio, tieni ristrette le dimensioni della tua homepage, con solo una o due frasi. Invita gli utenti che vogliono saperne di più a fare clic per leggere la pagina Chi siamo, ma non intasare la tua homepage con l’intera storia.

Uno degli errori più comuni di copywriting è non avere in mente un pubblico ideale.

Il tuo cliente target dovrebbe essere in grado di atterrare sulla tua home page e dire: “Questo sito fa per me”.

Se il tuo contenuto della homepage cerca di parlare a tutti, non parla a nessuno.
Vendere online è una questione di fiducia, e nulla appare meno professionale di un errore di battitura evidente sulla home page di un sito Web.

Anche se hai revisionato il tuo sito web, vale la pena chiedere in prestito gli occhi di un amico o persino assumere un redattore o editore per elevare i tuoi contenuti.

Il tuo sito web è altrettanto bello sul tuo telefono?

Il problema con la risoluzione dei problemi del tuo sito Web è che probabilmente non lo vedi sullo stesso schermo dei tuoi potenziali clienti. La maggior parte del traffico del sito Web di e-commerce proviene ora da dispositivi mobili, in cui il tuo sito Web può apparire molto diverso rispetto a un desktop.

Carica la tua homepage sul tuo telefono cellulare e su tutti gli altri dispositivi a cui hai accesso, per assicurarti che appaia bene e funzioni correttamente su ognuno.

Se non hai accesso a dispositivi popolari come Androids o iPhone, puoi utilizzare lo strumento Inspect sul tuo browser per visualizzare il tuo sito Web come apparirebbe su diversi dispositivi:

La tua azienda appare affidabile?

Costruire la fiducia dei clienti quando si hanno vendite a zero può essere difficile, ma è un passaggio necessario per convertire i visitatori del sito Web in clienti. Poiché i tuoi visitatori non possono conoscerti di persona, dovrai assicurarti che il tuo sito web sia invitante e che tutti i visitatori si sentano sicuri.

Esistono diversi modi per farlo.

1. Chatta con i clienti dal vivo

Anche se non puoi essere fisicamente presente nel tuo negozio, puoi comunque presentarti e creare una connessione one-to-one con tutti i visitatori attraverso la chat dal vivo. Una funzione di chat dal vivo può essere aggiunta al tuo sito Web utilizzando app come Tidio o tramite Facebook Messenger.

esempio di chat dal vivo

La chat dal vivo ti consente di salutare i visitatori mentre si stanno ancora guardando intorno e di rispondere a tutte le domande che potrebbero avere sui tuoi prodotti. Alcune app di chat dal vivo possono anche essere programmate con messaggi e risposte automatizzati. Ciò ti consente di rimanere disponibile anche fuori dagli orari, così i visitatori possono porre domande 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

2. Usa i social media per costruire relazioni

Gli account sui social media sono un componente chiave della presenza online di un marchio. Se i visitatori del tuo sito web non ti hanno scoperto su Instagram, è probabile che controlleranno i profili social del tuo marchio ad un certo punto del loro percorso decisionale.

Decaro Social

Ecco un esempio dal Negozio De Caro Calzature

Sebbene non sia necessario essere presenti su tutte le piattaforme social, è necessario mantenere una presenza su quelle utilizzate dai clienti. Ciò richiede che aggiorni regolarmente i tuoi profili social con contenuti per mostrare che la tua attività è viva e interagire con i clienti nei commenti o anche nei messaggi diretti.

 

3. Sorgente e funzionalità di contenuti generati dall’utente

Se non hai foto o recensioni dei clienti da sfruttare nel tuo negozio o nel tuo marketing, considera di dare il tuo prodotto ad amici, familiari o influencer in cambio di foto o recensioni degli utenti. Puoi anche organizzare un concorso o un omaggio in cui le voci si basano sulla creazione di contenuti che puoi condividere.

Queste immagini possono essere utilizzate in annunci a pagamento, sul tuo sito Web o sui profili dei social media, rendendole risorse preziose per costruire la fiducia dei consumatori.

4. Crea la tua storia e condividila con i clienti

Alla gente piace comprare dalla gente. Questo è un vantaggio che hai rispetto ai rivenditori big-box. Se al tuo marchio manca quell’elemento personale, considera di incorporare la tua storia o missione nella tua home page o in una pagina Chi siamo per metterti in contatto con nuovi visitatori e incoraggiarli a provare.

Guarda i tuoi dati per vedere dove stai perdendo gli acquirenti
Dopo esserti assicurato che il tuo sito web stia seguendo le migliori pratiche che la maggior parte degli acquirenti cerca quando valuta un marchio online, dai un’occhiata più da vicino ai dati del tuo sito web.

Ogni negozio è diverso e la revisione delle analisi può indicare aree specifiche in cui gli utenti sono in difficoltà. Questi dati sono disponibili nella dashboard di Shopify o tramite Google Analytics.

dashboard di analisi di analytics

La dashboard di analytics mostra metriche importanti, come il tasso di conversione del tuo negozio online.
La percentuale di visitatori del sito Web che raggiunge la fase di acquisto viene definita tasso di conversione.

Sebbene il tuo tasso di conversione complessivo sia importante, suddividendolo in obiettivi come “aggiunto al carrello” e “checkout raggiunto” ti aiuterà a individuare punti di rottura specifici dalla prima visita al checkout.

Gli utenti aggiungono prodotti al carrello?

Osservare quanti visitatori del tuo sito web stanno aggiungendo prodotti al carrello è un buon modo per valutare le modifiche che potresti dover apportare al tuo negozio.

Controlla il tasso di conversione del tuo negozio online nella dashboard di analisi per vedere quanti visitatori stanno aggiungendo i tuoi prodotti al carrello.

 

Se i visitatori non aggiungono prodotti al carrello, ti consigliamo di fare quanto segue:

  • Offri una varietà maggiore di foto da sfogliare per ogni prodotto
  • Aumenta le dimensioni o cambiare il colore del pulsante “Aggiungi al carrello”
  • Assicurati che il pulsante “Aggiungi al carrello” sia facile da trovare, sia sulla versione desktop che su quella mobile del tuo sito
  • Rimozione del contenuto della scheda prodotto non necessaria o lunga spingendo il pulsante Aggiungi al carrello troppo in basso nella pagina.
  • Utilizza elenchi puntati, grassetto e altre opzioni di formattazione per semplificare la scansione della pagina del prodotto
  • Applica queste migliori pratiche alla pagina del prodotto

 

Gli Utenti stanno abbandonando il carrello?

Un’area in cui i tassi di conversione più frequentemente crollano sono i carrelli abbandonati. Puoi vedere se hai dei carrelli abbandonati  con Woocommerce.

Fortunatamente, esistono diversi modi per recuperare i carrelli abbandonati e riportare gli utenti sul tuo sito Web per completare l’acquisto.

Ecco alcuni dei modi migliori per ridurre i carrelli abbandonati:

  • Personalizza l’email del tuo carrello abbandonato, all’interno di Woocommerce o tramite una piattaforma di email marketing come Mailchimp
  • Valuta di aggiungere un codice sconto alle e-mail del carrello abbandonate per recuperare le vendite perse e migliorare il tasso di conversione
  • Invia più e-mail per i carrelli abbandonati, impostate in una sequenza automatizzata, offrendo più possibilità per convincere i clienti a completare l’acquisto.
  • Prendi in considerazione la possibilità di rimuovere la pagina visita il tuo carrello e di avere un carrello scorrevole con un pulsante che porta immediatamente i clienti alla cassa dopo aver aggiunto prodotti al carrello.
  • Aggiungi un pulsante Acquista ora alla pagina del tuo prodotto utilizzando il checkout dinamico, che consente ai clienti di andare avanti al checkout se sono pronti per l’acquisto personalizza il tuo tema WordPress per aggiungere checkout dinamico.

L’eliminazione di eventuali passaggi non necessari nella procedura di pagamento può aiutare a migliorare il tasso di conversione e trasformare più utenti di siti Web in clienti.

Il prezzo o le opzioni di pagamento impediscono loro di effettuare il pagamento?

Se il tuo tasso di conversione è forte dalla pagina del prodotto alla cassa, ma stai perdendo persone all’ultimo punto nel loro percorso di acquisto, potrebbe essere necessario effettuare le seguenti operazioni:

  • Rivaluta alcuni dei tuoi prezzi o dei costi di spedizione per renderli più interessanti per gli utenti
  • Crea una soglia di spedizione gratuita per incoraggiare gli acquirenti ad acquistare di più.
  • Fornisci una scelta più ampia di tariffe di spedizione, dalla spedizione standard economica a una posta espressa più costosa.
  • Offri ai clienti più opzioni per il pagamento alla cassa aggiungendo opzioni di pagamento mobili come PayPal, Apple Pay o Google Pay.
  • Offri ai nuovi clienti un codice sconto per il primo acquisto.

Più è facile effettuare la procedura di pagamento, maggiori sono le possibilità di aumentare il tasso di conversione. Se i clienti raggiungono questo passaggio finale nel loro percorso di shopping, spetta a te rendere l’esperienza di pagamento senza attriti.

Stai effettuando il remarketing per i visitatori del tuo sito web?

È importante tenere presente che non tutti i consumatori sono pronti a effettuare un acquisto alla prima visita in un negozio. A seconda del prodotto e del prezzo, la loro decisione potrebbe richiedere più viaggi di ritorno al tuo negozio, più tempo e ulteriori considerazioni.

Il remarketing si rivolge ai precedenti visitatori del sito Web in base alle azioni intraprese, come l’abbandono di un carrello o la navigazione di una determinata pagina di prodotto. È una strategia efficace per tenere a mente il tuo marchio per i visitatori del sito web che non sono ancora pronti per l’acquisto.

Il remarketing di solito assume la forma di e-mail marketing (come l’invio di un codice sconto agli acquirenti che hanno abbandonato i loro carrelli) o il retargeting dei visitatori con annunci a pagamento.

Potrebbe essere necessario un po ‘di configurazione, ma il retargeting è una potente forma di pubblicità perché può mostrare dinamicamente annunci ai visitatori per i prodotti che hanno visualizzato sul tuo sito web. Uno dei modi più popolari di retarget degli acquirenti, se sei disposto a imparare come creare campagne da solo, è con gli annunci di Facebook.

Come fanno i visitatori a scorrere, fare clic e cercare nel tuo sito Web?

Se non è immediatamente chiaro dove i clienti stiano faticando a capire il tuo marchio o prodotto, considera di guardare alcune sessioni registrate di utenti reali. Questo può essere fatto usando Hotjar o Lucky Orange, due app che creano registrazioni di sessioni sul tuo sito Web che puoi guardare come video.

mappa calore hotjar

Hotjar offre la possibilità di guardare video registrati degli utenti che fanno acquisti sul tuo sito web.
Vedere qualcuno che fa fatica a trovare ciò che sta cercando o non è in grado di navigare nel tuo sito Web è una lezione umiliante sull’esperienza utente. Hotjar crea anche “mappe di calore” che mostrano dove la maggior parte dei clienti fa clic e si disconnettono e consentono di mappare e migliorare il loro viaggio alla cassa.

Per capire dove potrebbero andare persi i tuoi utenti e cosa manca alla tua navigazione principale, è una buona idea abilitare la funzione di ricerca sul tuo sito. Una volta che hai una barra di ricerca sulla tua home page, puoi controllare i tuoi rapporti Analytics per le principali ricerche nei negozi online. Questo rapporto ti offrirà uno sguardo nella mente dei tuoi utenti e un’idea di ciò che stanno lottando per trovare sul tuo sito web.

il rapporto di ricerca in WordPress

Il rapporto principale sulle ricerche dei negozi online, che si trova nella categoria Comportamenti dei rapporti Analytics, può mostrarti ciò che i tuoi clienti stanno cercando.
L’aggiunta di termini di ricerca popolari al menu principale può aiutare la navigazione del negozio e migliorarne il tasso di conversione.

Cos’altro potrebbe impedirti di fare vendite?

Guardare i dati del tuo sito Web può rivelare rapidamente i buchi che le potenziali vendite stanno avendo, mentre prestare attenzione alle migliori pratiche utilizzate dalla maggior parte dei marchi di e-commerce può aiutarti a migliorare l’esperienza complessiva del negozio.

Se sei fiducioso nella tua idea di business, questi piccoli cambiamenti sono spesso ciò di cui hai bisogno per iniziare a guadagnare le tue prime vendite.

Tuttavia, se i tuoi sforzi per indirizzare il traffico continuano a non essere convertiti, chiediti:

  • Stai vendendo i prodotti giusti al pubblico giusto?
  • Hai provato a concentrarti su una nicchia?
  • Stai guidando traffico di alta qualità?
  • Stai acquisendo e-mail per coltivare i clienti?
  • Hai chiesto feedback da altri ?

Tieni presente che il tuo negozio sarà sempre un work in progress. Effettuando un controllo regolare delle tue prestazioni, puoi migliorarle nel tempo.
 



Newsletter

Ultimi Articoli