Come ottimizzare un negozio online o offline per la ricerca vocale

La ricerca vocale è in crescita, un’affermazione che appare ovunque da qualche anno e di cui anche noi abbiamo parlato con il nostro articolo sull’ascesa dei motori di ricerca vocale.

La ricerca vocale ha cambiato radicalmente il modo in cui le persone cercano un prodotto o un luogo e questo nuovo modo si sta evolvendo giornalmente.

Con un semplice comando, gli utenti possono effettuare ricerche di informazioni, prodotti, servizi, attività commerciali locali.

È un argomento così scottante che se ne è parlato in una delle più grandi conferenze SEO del Regno Unito poche settimane fa(Search Love) si è entrati nei dettagli della ricerca vocale e del perché è importante per i negozi e per i grandi marchi.

Sebbene la voce non superi(ancora) la ricerca tradizionale, in tempi brevi, questa ci ha spronato ad approfondire il modo in cui le aziende locali possono ottimizzare i propri strumenti(Pagine Google aziendali siti web), adattare le proprie strategie di marketing e comprendere le potenzialità della ricerca vocale sui risultati di ricerca di Google e compagnia bella.

 

L’opportunità per le imprese locali

Per ottenere informazioni su un servizio locale vicino a noi, oggi semplicemente estraiamo i nostri telefoni e li cerchiamo. Ecco alcuni esempi di ciò che diciamo:

  • “idraulico vicino a me”
  • “pizza a domicilio”
  • “che tempo fa domani”
  • “quali sono gli orari di apertura per …”
  • “portami a casa”

Etc.

Attenzione ad un importante dato, molto spesso tutte queste chiavi sono precedute da “Ok Google”

Una delle chiavi in maggiore crescita nel 2018 
Un recente studio di Brightlocal ha evidenziato che il 53% delle persone che possiedono smart speaker come Alexa e Google Home eseguono ricerche come quelle sopra citate per trovare aziende locali o ecommerce ogni giorno.

Il contesto per il Regno Unito

Un recente studio di YouGov ha dimostrato che le persone nel Regno Unito che possiedono uno speaker intelligente sono raddoppiate tra il terzo trimestre 2017 e il primo trimestre del 2018, raggiungendo il 10% della popolazione totale.

Uno studio condotto da Radiocentre ha previsto che questa crescita potrebbe raggiungere il 40% entro la fine del 2018.

Guardando un po ‘più in profondità, potremmo dire che c’è più di una persona per famiglia e quindi la percentuale è sottostimata. In realtà infatti, in media ci sono 2,3 persone per famiglia, secondo le più recenti statistiche del governo britannico quindi questa percentuale è già più che doppia.

Quindi, ponendo che il 10% della popolazione britannica sia di 11 milioni di persone e le previsioni sulla composizione delle famiglie è corretto, nel Regno questi speaker espongono i loro contenuti di ricerca vocale a 25 milioni di persone.

 

La ricerca vocale in Italia?

Una ricerca svolta da Semrush ci dice che:

  • Utilizza la ricerca vocale il 46% dei possessori di smartphone.
  • Utilizza la ricerca vocale il 36% dei possessori di tablet.
  • Il 64% delle persone che usa lo smartphone per cercare lo usa perché “è sottomano quando serve”.

 

I più grandi passi da fare per ottimizzare il tuo negozio locale per la ricerca vocale

1. Assumi la proprietà della tua posizione

Sebbene gli assistenti vocali sembrino onniscienti, fanno in realtà molto affidamento sulle informazioni che trovano in giro per il Web riguardo alla tua attività. 

Una grande parte dell’ottimizzazione per il SEO locale viene dalle “citazioni” che sono riferimenti online alla tua ragione sociale, indirizzo e numero di telefono (NAP).

Gli assistenti vocali utilizzano queste citazioni da fonti attendibili per fornire informazioni agli utenti che stanno conducendo ricerche locali.

Quindi per prima cosa è importante ottimizzare per Google Mappe

 

Quindi, dove la cito la mia attività?

Ogni assistente vocale si affida a diversi aggregatori di dati per le risposte alle query di ricerca locali:

Siri

  • Ricerca: Google
  • Lista aziende: Apple maps
  • Recensioni: Yelp, Four Square, Trip Advisor

Alexa

  • Ricerca: Bing
  • Lista Aziende: Yelp e Yext
  • Recensioni: Yelp, Four Square, Trip Advisor

Assistente Google

  • Ricerca: Google
  • Lista Aziende: Google my Business
  • Recensioni: Google my Business

Cortana

  • Ricerca:Bing
  • Lista aziende: Bing
  • Recensioni: Yelp, Four Square, Trip Advisor

Pertanto, queste fonti di dati sono i luoghi più importanti su cui assicurarti che la tua attività sia correttamente citata, aggiornata e ottimizzata:

Google My Business: Crea un identità
Mappe di Apple – Crea un identità
Bing –Crea un identità
Yelp – Crea un annuncio
TripAdvisorCrea un identità
FourSquare – Crea un Identità

schema-org

2. Utilizza il markup Schema

Lo schema è un tipo di marcatura dei dati on-page che consente ai webmaster di fornire ai motori di ricerca informazioni sulla loro attività in modo più strutturato.

Il formato strutturato consente ai motori di ricerca di comprendere i contenuti e il contesto delle pagine Web in modo molto più semplice (con interpretazione meno algoritmica) e, successivamente, i motori potranno comprendere meglio la rilevanza delle pagine per particolari query di ricerca e presentare risultati più soddisfacenti e ricchi di informazioni sulla serp.

Lo schema giocherà un ruolo sempre più importante nel posizionamento di risultati ricchi e snippet in primo piano, essi sono fortemente utilizzati per i contenuti di ricerca vocale.

Che cosa fa Schema?

I motori di ricerca sperimentano il modo in cui visualizzano sempre risultati più ricchi e, quindi creando e impostando gli schema sul tuo sito, hai la possibilità di essere presentato sulla serp con risultati più completi e profondi (sitelinks , stelle, grafico etc.).

Ad esempio, Google ha sperimentato una “riquadro informazioni azienda, prominente” mostrata sui dispositivi mobili, che viene visualizzata quando gli utenti conducono una ricerca sul nome specifico di un azienda. Nella cosiddetta “Knowledge card” puoi attivare delle azioni  come “trova un tavolo” o “prenota un appuntamento” che indirizza gli utenti ad una pagina web appropriata per portare a termine quell’azione specifica, dall’area “Informazioni“.

Questi risultati hanno influenzato la struttura di Google My Business, che ora può essere ampiamente utilizzata dalle aziende locali. Il punto qui è che i siti web aziendali siano “a prova di futuro” per potere esprimere questi risultati in conversioni.

Perché è importante per le imprese locali

Lo schema è uno strumento che i motori di ricerca e ora anche gli assistenti vocali stanno usando per dipingere un’immagine più chiara dell’argomento centrale di un sito web aziendale e dei servizi che esso può offrire agli utenti.

Con i dati strutturati, è molto più probabile che la tua azienda (se rilevante) venga identificata come un buon candidato per rispondere alle richieste di ricerca vocali locali.

L’utilizzo dello schema business locale:

Rendi il tuo sito ecommerce a prova di futuro. 

Calcare a fondo sulla tua impronta online, rafforza quindi la pertinenza dei contenuti  e cerca di essere accurato nella geolocalizzazione
Questo aiuta a generare più conversioni online e offline e indirettamente aiuta il tuo sito web a posizionarsi meglio (importante per la voce).

Quindi come si fa a prendere il controllo della situazione?

Esistono centinaia di tipologie di schema che possono essere utilizzati per altrettante tipologie di aziende e di contenuti.

Esistono anche diversi modi per inserire uno schema nel codice sorgente della tuo sito ecommerce. Di gran lunga il più semplice è usare JSON-LD.

Implementando uno schema verrà fuori qualcosa del genere:

Schema-pagina-azienda

Tipi di dati commerciali locali che possono essere contrassegnati:

  • Business name(Nome Azienda)
  • Address(Indirizzo)
  • Phone number (Numero di telefono)
  • Main email address(Email)
  • Business opening hours(orari apertura)
  • Geo-location information (Informazioni Geografiche latitudine and longitudine)
  • Reviews(Recensioni)
  • Company logo(Logo)
  • Business description(Descrizione Azienda)
  • Social profile links(Link Profili Social)
  • Site name(Nome sito)

Tieni presente che ci sono delle linee guida per l’utilizzo riassunte di seguito:

“I dati non devono ingannare o fuorviare l’esperienza per gli utenti della ricerca”
‘Usa solo i tipi e i nomi di proprietà più specifici definiti da schema.org’
“Il contenuto contrassegnato deve essere visibile nella pagina in cui è stato aggiunto lo script”

Tieni presente che ci sono le linee guida per l’uso

“I dati non devono ingannare o fuorviare l’esperienza per gli utenti della ricerca”
‘Usa solo i tipi e i nomi di proprietà più specifici definiti da schema.org’
“Il contenuto contrassegnato è visibile nella pagina in cui è stato aggiunto lo script”
Consulta le norme di Google per i dati strutturati per ulteriori informazioni.

Dopo aver creato una schema, copia e incolla il codice nelle pagine di destinazione prima del tag </ head> di chiusura o, se è uno schema specifico del contenuto (come le valutazioni), incolla il codice prima della chiusura del tag</ body> nel codice HTML della tua pagina.

Infine, fai un test di prova.

Nota. Evita di utilizzare Google Tag Manager per questo markup, applicalo direttamente nel codice ove possibile.

3. Produci contenuti pertinenti per la ricerca vocale

Esistono ottimi modi per ottimizzare la ricerca vocale utilizzando i contenuti sul sito.

Il modo più semplice è di esplorare il “regno dell’intento utente” e scoprire i tipi di domande a cui le persone potrebbero voler avere risposta, quando si tratta della propria attività.

Ciò non significa che devi creare migliaia di pagine ottimizzate specificamente per i termini di ricerca vocale. I motori di ricerca come Google estraggono risposte alle domande vocali direttamente dal contenuto di una pagina, anche se si tratta di uno snippet che costituisce una piccola parte del contenuto globale.

Ottimizza le tue pagine con le parole e le frasi che le persone usano per la ricerca

Quando crei i contenuti a volte cerca di avere un tono relativamente colloquiale. Questo è ciò che i consumatori in ogni nicchia vogliono leggere e sentire.

Nessuno andrà mai sul tuo sito web, e dopo aver letto potrà lamentarsi che : “Era troppo facile da capire“.

 

Facciamo un passo in più verso l’ottimizzazione per la ricerca vocale.

Non c’è bisogno che il titolo del tuo sito dica “Ok Google. Trova un idraulico a Gallarate”

Ma potresti avere una pagina intitolata “Come trovare un’idraulico a Gallarate” o “Migliore idraulico a Gallarate”.

Queste parole cosiddette dalla coda lunga ti aiuteranno a interpretare gli intenti degli utenti.

Le pagine delle domande frequenti possono essere perfette per la ricerca vocale.

Scritta correttamente, una pagina di FAQ può servire moltissimo alla ricerca vocale e se per la conformazione del tuo lavoro fai fatica con l’ottimizzazione delle frasi dalla coda lunga, una pagina di FAQ è un ottimo modo per aggirare questo problema:

Le persone utilizzano la ricerca vocale come se fosse una conversazione, a cui è possibile replicare in modo naturale su una pagina di domande frequenti senza che il contenuto appaia fuori luogo.

La ricerca vocale spesso cerca risposte concise, sotto le 30 parole, che una pagina FAQ può soddisfare perfettamente con il suo stile “domanda e risposta”.

La creazione di una pagina dedicata appositamente a questo tipo di proposito potrebbe aiutarti con un posizionamento più elevato nelle SERP per le ricerche vocali, questo è fondamentale per catturare il primo clic / interazione.

Conclusione

Come è stato per il passaggio da Pc a Mobile la ricerca vocale rappresenta il futuro della ricerca, sta crescendo esponenzialmente e si sta integrando sempre di più nella nostra tecnologia di tutti i giorni.

I negozi locali dovranno fare sforzi specifici per sfruttare la ricerca vocale per massimizzare la conversione online e offline.

L’avvertimento qui non è quello di abbandonare la pratica SEO standard.

Avere un sito web completamente mobile responsive, velocità  e backlink di buona qualità, tra le molte ottimizzazioni, queste sono ancora, e rimarranno, di vitale importanza per il posizionamento nei motori di ricerca e avranno anche un forte impatto sulla ricerca vocale stessa.



Seguici su facebook!

Vuoi un aiuto dagli esperti del nostro Blog?

Assistenza siti web
GUIDA WORDPRESS
Guida Wordpress
GUIDA WOOCOMMERCE
Guida Ecommerce Wordpress
GUIDA OPENCART
Guida Ecommerce opencart

Le Nostre Offerte

Abbiamo scelto di creare i nostri siti internet con WordPress e fornire ai nostri Clienti il massimo della affidabilità e della potenza di questa piattaforma CMS.

offerte siti wordpress

offerte siti ecommerce

assistenza wordpress

servizi seo

offerte hosting

Contattaci

Vuoi un preventivo personalizzato?
Vuoi maggiori dettagli?
Hai commenti?

Saremo lieti di risponderti!

Newsletter

Ultimi Articoli