Armonizzare Google Plus e social networks

Come armonizzare Google+ con altre piattaforme sociali

 

La ricerca con Google Plus è il cambiamento più recente e forse più significativo che il colossale motore di ricerca ha fatto per cercare ancora di raffinarsi.

Ai vecchi tempi (tempi = qualche mese fa) i risultati della ricerca potevano essere basati sulla pertinenza della parola chiave, l’autorità di una pagina e segnali sociali. Con Search Plus, la natura della ricerca, pertinenza e la classifica si sta trasformando.

La ricerca Plus, Inoltre essenzialmente aggrega i dati dalla vostra rete Google + (quando sei connesso in) e fornisce risultati personalizzati (dal tuo Google + rete), che vengono spostati su fino alla parte superiore della pagina dei risultati del motore di ricerca (SERP).

Quindi, se si cerca SEO, otterrete suggerimenti e pagine Google+ che sono rilevanti per il vostro termine di ricerca. Indipendentemente dal fatto che ci siano le informazioni più rilevanti e pertinenti sul SEO, Search Plus offre un trattamento preferenziale alle attività di Google+.

In sostanza, la ricerca Plus è stato forzata per gli utenti, è da sola sta abbattendo la classifica dei siti di qualità. Ciò ha fatto impazzire Twitter. Ha fatto arrabbiare tanti SEO a dire il vero :D . In realtà, ha guidato Twitter, Facebook e MySpace a collaborare per creare un Non Be Evil browser add-on, che contrasta questo ultimo aggiornamento di Google.

Ma andiamo al di là della rabbia e invece parliamo della pratica. Come si può far partire un bel gioco con il nuovo aggiornamento e le piattaforme di condivisione esistenti?

La Ricerca Plus ha amplificato l’importanza di unire la vostra strategia di web marketing in modo che possa aderire all’algoritmo di ricerca allo stesso tempo sociale, personale e personalizzato. Dare importanza a Google+ non significa abbandonare gli altri Social Networks! Utilizzate sempre i vostri estesi canali di branding per scopi specifici e differenti tra loro.

Ecco una dritta su come armonizzare Google+ con le attuali piattaforme.

1. Perfetta usabilità del tuo sito web

Prima di gettare tutte le uova nel paniere di Google+, assicurati di aver perfezionato l’usabilità del tuo sito web principale. Pensa di ottimizzare il sito web come fossero i polmoni della tua strategia di web marketing.

Ottimizza le pagine perchè agiscano come ossigeno erogato al cuore (motori di ricerca) in modo tale che possa viaggiare attraverso il resto del corpo (SERP).

Ciò significa avere la seguente situazione:
Tags titolo puliti e descrizioni Meta
Rendi il tuo sito web sia robot che human-friendly.
Più personalizzato il sito web diventa, più è importante creare meta data per l’utente.

I Tag del titolo opportunamente ottimizzati devono contenere i termini di ricerca target che stai pensando per la tua campagna. I titoli sono i primi a comunicare con gli spiders e i lettori, in modo pulito, un tag titolo conciso può ottenere una recensione per il vostro sito più velocemente, sia dai motori di ricerca che dalle persone.

Sebbene i meta descriptions non influenzino significativamente il posizionamento nei motori di ricerca, sono estremamente importanti per ottenere un buon click-through rate da SERP(classifica dei risultati per una parola chiave data). I Meta description sono un modo di dire ai navigatori che cosa il vostro sito racconta, e di
come esso sia pertinente alla loro ricerca.

Attributi Alt corretti per immagini

Le immagini sono uno dei pezzi più condivisi dei contenuti sul web, ma soprattutto nella sfera sociale. Dal momento che Googlebots non può vedere le immagini direttamente, abbiamo bisogno di fornire loro le informazioni leggibili nell’attributo “alt”. Il tag Alt deve essere breve, chiaro e descrittiva delle immagini.

Ad esempio: Gatto adorabile

Sarebbe simile a questa:


In questo semplice (ma spesso trascurato) passo si contribuirà a rendere le immagini più accessibili ad altre piattaforme. Descrizioni delle immagini anche aggiungere frammenti ricchi di dati che migliorano l’esperienza dell’utente e la comprensione dell’oggetto visivo.

Aggiunta di attributi alt e descrizioni possono contribuire a rafforzare il posizionamento nella ricerca delle immagini se si sceglie di includere una parola chiave che sta in target (attenzione, farlo solo se è rilevante).

Collegamento pagine del sito con altre Communities & Social Network

Importante nel collegare le pagine specifiche di un sito web  alle loro controparti di valore (pagine di prodotto, pagina Chi siamo, modulo di contatto), avete bisogno di chiari collegamenti alle vostre piattaforme sociali sulla vostra home page. Ciò contribuirà a mantenere il vostro marchio sulla SERP riempiendolo di annunci di pagine e piattaforme sociali e dai contenuti chiari, meno prevedibili di altre pagine di siti già premarchiati.

Share Buttons

Le pagine più importanti (dal punto di vista dell’utente) sul vostro sito web (come la home page e le pagine di prodotto) dovrebbero includere i pulsanti di condivisione più quotati (Facebook, Twitter, Google +, LinkedIn, ecc) in posizioni facili da trovare sulla pagina. In generale, la parte superiore o inferiore del contenuto è un buon punto di partenza per l’ottimizzazione della posizione.

Contenuto Fresco

Prima dell’Armageddon Google+ inoltre, l’aggiornamento “Freschezza di Google” è stato il grande cambiamento per la ricerca. Con questo aggiornamento, Google restituisce l’ultimo contenuto rilevante postato, per determinate query.

Riteniamo quindi che farà di siti real time come Twitter una componente principale per ottenere primi posti nelle SERP.

Il dato rilevante principale è che si dovrebbe modificare il contenuto del proprio sito web (ad esempio, l’aggiunta di nuovi prodotti a pagine prodotti, modificando le descrizioni, continuamente), ma soprattutto, si dovrebbero usare profili sociali del vostro marchio come canali privilegiati per la pubblicazione di contenuti freschi e aggiornati.

Consiglio: Ottimizza per l’uomo.

2. Imparare dalla concorrenza

Una volta che avete completamente ottimizzato un sito, come human-robot-friendly, è il momento di iniziare a indagare ciò che gli altri nella vostra nicchia stanno facendo sulle proprie piattaforme sociali.

Come stanno lavorando i vostri concorrenti sulle loro pagine di social networking o sui loro siti ecommerce ?
Quante persone sono nella loro cerchia di amici?
Quanti fans hanno?
Followers su Twitter?
Quanto impegno stanno in realtà impiegando su queste piattaforme?
Guardate quello di cui la concorrenza sta parlando, condividendo, e promuovendo, eseguite un’analisi esaustiva dei loro canali sociali per determinare quale tipo di contenuto riceve il feedback più positivo, e che cosa riceve il più negativo.

Si può fare una rapida valutazione del loro contenuto utilizzando strumenti come Open Site Explorer o bit.ly per tenere traccia del numero di azioni, voti, e “mi piace” che un contenuto ha ottenuto. Vedete se riuscite a trovare una connessione tra il contenuto in prima posizione e la piattaforma a cui è stata iscritta.

Forse vi accorgerete che Facebook ha più video e immagini condivise, mentre gli utenti di Google Plus, potrebbero preferire notizie e articoli.

Una volta che sapete che cosa la concorrenza sta facendo bene, determinate quello che potevano fare meglio. Colmare questa lacuna.

Consiglio: Ruba e Migliora.

3. Misura la tua presenza sociale

Sapete cosa gli altri principali attori stanno facendo bene, avete individuato quello che potrebbero fare meglio, ora avete una base di confronto per avviare la vostra ricerca / strategia sociale. Ma prima, conosci te stesso e conosci il tuo pubblico:

Che tipo di impegno state mettendo sulle diverse piattaforme?
Da Chi è composto il vostro pubblico su Twitter?
Sono diversi dal vostro pubblico di Facebook?
Che ne pensate di Google +?
Che tipo di contenuti sta lavorando meglio con i tuoi seguaci di Twitter?
Cosa viene condiviso di più, dal vostro account Facebook?
Anche in questo caso, scoprite quali strade sono migliori per specifici tipi di contenuti. Puo’ aiutare utilizzare strumenti di monitoraggio sociale come Radian6, Sysmos, o anche strumenti costruiti non appositamente, come OpenSite Explorer, bit.ly e Blekko per aiutarti a tirare giù una analisi approfondita sia dei contenuti migliori che di quelli meno performanti.

Ora, cominciate a pensare come è possibile armonizzare il/la contenuto/strategia di condivisione.

Consiglio: Insegna quello che sai.

4. Raggruppare & Definire

Una volta stabilito dove volete (e i vostri concorrenti) stare,le piattaforme specifiche, considerate la creazione di strategie uniche per ciascuno di essi.

Ogni piattaforma sociale è in grado di fornire canali ricchi per impegnarsi con i diversi segmenti di pubblico in modo unico. Armonizzate gli account, definendo ruoli specifici per ciascuno.

Tutti questi canali permettono di mostrare tante facce del vostro business.

Per esempio, Facebook potrebbe essere il tuo go-to, sede di promozioni e concorsi.

Twitter può essere il luogo in cui si offrono suggerimenti rapidi, rispondere alle domande, commentare connessi con l’industria news. Il proprio canale su YouTube potrebbe essere uno spazio dove pubblicare video didattici o di intrattenimento (siate consapevoli del fatto che i video aziendali saranno molto raramente visti, la viralità generata non è dello stesso tipo di quella generata dagli utenti, a meno che la campagna non sia davvero unica e coinvolgente).

Google+ puo’ (dovrebbe) essere uno strumento per migliorare la vostra classifica (si possono in effetti applicare delle tattiche SEO di Google Plus!).

E’ ancora presto per trarre conclusioni su quanto profondamente Google+ influenzerà la vostra strategia di condivisione nel lungo periodo, ma avrete bisogno di una forte presenza. Ciò significa: un sacco di persone nelle vostre cerchie e un profilo SEO-friendly fresco e aggiornato.
Questi avranno un impatto diretto sula vostra classifica, in modo da agire ora e definire la vostra presenza G+.

Vivere in armonia

L’adozione di Google + è in rapida crescita, 90 milioni di utenti, il 60 per cento dei quali attivi. Se si da un occhiata questo dato, vi rendete conto che state perdendo un opportunità veramente facile di posizionamento.

Una lezione importante che ci possiamo portare via da eventi come la ricerca Plus è che dovremmo sempre lasciare spazio per l’interpretazione e il cambiamento nelle nostre strategie di marketing online. Tenere sotto controllo ciò che i leader del settore e concorrenti stanno facendo. Impostarci sui loro punti di forza, e cambiare nel nostro modo di agire.

Prendere decisioni sul business proviene da imparare che cosa sta succedendo attorno a noi al meglio. Dobbiamo provare le cose, prendere dei rischi, e stabilire una presenza nelle molteplici sfaccettature esistenti sui social media.

Questo ci aiuterà a capire quali siano i vantaggi e gli svantaggi in ogni piattaforma. Seguendo l’evoluzione del clima web, imparerete a sviluppare un sesto senso su quando le cose potrebbero essere soggette a modifiche. In questo modo, è possibile ascoltare la quiete prima della tempesta.

Adottando una forte strategia SEO e strategie sociali, è possibile diversificare il modo di portare un brand in alto sui i motori di ricerca e, soprattutto, verso le persone.

Vuoi aiuto? Hai domande?, curiosità Contattaci subito per sapere di più o ricevere un offerta
Lasciaci un messaggio qui!

* (Campo obbligatorio)


Lascia un commento

Clicca ‘Mi piace’ e resta informato!

Vuoi un aiuto dagli esperti del nostro Blog?

Assistenza siti web
GUIDA WORDPRESS
Guida Wordpress
GUIDA WOOCOMMERCE
Guida Ecommerce Wordpress
GUIDA OPENCART
Guida Ecommerce opencart

Le Nostre Offerte

Abbiamo scelto di creare i nostri siti internet con WordPress e fornire ai nostri Clienti il massimo della affidabilità e della potenza di questa piattaforma CMS.

offerte siti wordpress

offerte siti ecommerce

assistenza wordpress

servizi seo

offerte hosting

Contattaci

Vuoi un preventivo personalizzato?
Vuoi maggiori dettagli?
Hai commenti?

Saremo lieti di risponderti!

Newsletter

Ultimi Articoli