Aggiornamento Google Marzo 2018 – March Madness

Ciao a tutti,

in queste settimane Google ha rilasciato degli aggiornamenti importanti. Abbiamo recentemente letto un articolo in merito, scritto da un autorevole professionista della SEM e SEO, Glenn Gabe. Articolista del Search engine Journal, e Search Engine Watch. E’ stato il primo a dare una vista comprensiva sugli aggiornamenti e delle direzioni che Google sta prendendo attraverso questo nuovo aggiornamento che ha chiamato March Madness. Speriamo lo troviate interessante. Buona lettura! (Fonte)

 

Ho promesso che non l’avrei fatto, ma gli ho appena dato un nome. :) …

In realtà, è basato su un tweet di Marie Haynes che dice: “it’s March Madness!” Dopo che postai lo screenshot del tremor selvaggio iniziato il 14/03/18.
Presto su quell’argomento diremo qualcosa in più.

Come molti di voi sanno, Google ha effettuato un massivo aggiornamento a partire dalla settimana del 5 marzo 2018 (con Google che conferma che sia iniziato il 7 marzo 2018).

Molti siti hanno avuto un certo impatto il 9/3, ma io ho iniziato a vedere l’impatto prima di quella data (a livello internazionale). Ho ricevuto le prime chiamate e messaggi di maggiore volatilità dal 8/3, e quando ho guardato nei dati di quei siti, ho potuto vedere chiaramente i salti o le cadute a partire dal 8/3 e dal 9/3.

Ho iniziato a condividere schermate di quello che stavo vedendo durante quel fine settimana e poi su twitter ho ricevuto conferma da Danny Sullivan di Google, che c’era un grande aggiornamento in corso.

Innanzitutto il mio tweet dal 3/10:

Glenn Gabe ha tweettato l’aggiornamento dell’algoritmo Google del 7 marzo 2018.

 

 

Ed ecco la conferma di Danny del 3/12:

Danny Sullivan conferma l’aggiornamento dell’algoritmo di Google 7 marzo 2018.

Ad ogni modo, mi piace la trasparenza che Danny sta portando ai proprietari dei siti web tramite l’account Twitter di @searchliaison.

Se non stai ancora seguendo quell’account, dovresti farlo. Di solito non riceviamo da Google aggiornamenti su update importanti, quindi è stato fantastico sentirlo fare da parte di Danny.

Inoltre, ha spiegato di più su ciò che ha definito “aggiornamenti generali” che si concentrano sulla qualità rispetto agli “aggiornamenti mirati” che si verificano continuamente.

Chiunque si concentri sugli aggiornamenti degli algoritmi sa che ce ne sono diversi all’anno che sono enormi (e fanno tremare la terra).

E poi ci sono molti piccoli aggiornamenti che la maggior parte delle persone non notano nemmeno. È stato bello sentire Danny chiarire la differenza tra i due. Barry Schwartz l’ha approfondito in un post poco dopo.

 

Il canarino nella miniera di carbone: I rich snippets

All’inizio dell’aggiornamento, ho ricevuto i primi messaggi e  e-mail dalle aziende che hanno subito l’impatto (e dai clienti che hanno notato movimenti).

Di nuovo, era l’ 8/3. E proprio come con molti altri importanti aggiornamenti di qualità, il canarino nella miniera di carbone(il segnale che qualcosa è cambiato) era rappresentato dal guadagno o la perdita di rich snippet.

Molti non ne sono consapevoli, ma esiste una soglia di qualità per i rich snippet.

Di conseguenza, puoi vedere i siti ottenere o perdere rich snippet quando vengono pubblicati aggiornamenti di qualità importanti.

Bene, l’ho visto di nuovo con questo aggiornamento. E la prima azienda a contattarmi è stata proprio quella che lavorava per migliorare la qualità dopo essere stata colpita a Dicembre.

Hanno perso tutte le loro valutazioni a stelle durante il precedente aggiornamento, ma le hanno recuperate tutte con quello del 7 marzo 2018. Ecco un primo e un estratto della percentuale di query che producono valutazioni a stelle.

Quindi, tieni presente questo se vedi che i rich snippet scompaiono o li guadagni improvvisamente. C’è la possibilità che si stia sviluppando un ampio aggiornamento di qualità.

Lettere dal campo – Esempi di impatto:

Sappiamo quindi che è stato implementato un importante aggiornamento e sappiamo che era incentrato sulla qualità. E tutti i segnali indicano che Google sta armeggiando con il suo algoritmo principale con il modo in cui valuta la qualità. Possiamo pensare a questo aggiornamento come a una raffinazione dei loro precedenti aggiornamenti sulla qualità.

Che cosa abbiano perfezionato esattamente non è noto, ma sembra che Google stia facendo un lavoro migliore nell’affinare siti con contenuti di qualità superiore.

In questo post tratterò una serie di diversi esempi di impatto (inclusi movimenti positivi e negativi). Spiegherò cosa stavano facendo quei siti e come queste cose potrebbero avere un impatto negativo o positivo sui siti a livello algoritmico.

Quindi tratterò alcune importanti note per i siti che vogliono andare avanti, indipendentemente dal fatto che il proprio sito sia stato influenzato negativamente o abbia recentemente recuperato.

Approfondiamo:

Innanzitutto un promemoria: miglioramento significativo a lungo termine.

Ho appena parlato di questo nella mia presentazione a SMX West, ed è un punto importante.

Alla domanda sui principali aggiornamenti degli algoritmi incentrati sulla qualità, John Mueller di Google è stato più volte chiaro.

Google vuole vedere un significativo miglioramento della qualità a lungo termine.
Questo è significativo sul lungo periodo. Ecco un video di John che spiega questo dato:

 

Ciò

significa che se hai avuto un impatto negativo, probabilmente non recupererai in poche settimane.

In realtà, probabilmente non recupererai in un mese o due. Da quello che John dice e da ciò che ho visto sul campo, in genere sono mesi di duro lavoro prima di poter vedere il recupero.

Quindi portati avanti con grandi cambiamenti. Ecco come puoi recuperare.

Esempi di impatto positivo

Significativo & A lungo termine

La prima ondata che sto per trattare è interessante. È un sito che mi ha contattato qualche tempo fa per chiedere aiuto e da allora siamo rimasti in contatto. Sono stati influenzati negativamente da numerosi aggiornamenti degli algoritmi, inclusi importanti aggiornamenti di qualità. Circa otto mesi fa hanno iniziato un serio progetto di bonifica. Ciò includeva una serie di compiti importanti.

Ricorda, non c’è mai una sola pistola fumante(che tradotto per italiani significa, una causa evidente) quando si tratta di qualità. Di solito c’è una batteria di pistole fumanti (:) Megalomania US Made). Questo sito ha deciso di fare all-in e affrontare diversi problemi importanti.

Innanzitutto, hanno migliorato il così detto E-A-T(Expertise, Authoritativeness, Trustworthiness) fornendo contenuti di alta qualità creati da parte di autori esperti.

Quel nuovo contenuto ha aiutato ad attrarre link da siti noti. Questo è davvero importante in prospettiva E-A-T.

Nota a margine: Marie Haynes ha chiesto a Gary Illyes di Pubcon, come Google valuti il fattore E-A-T e lui ha detto che Google guarda in larga parte i collegamenti da siti noti.

Pertanto, la creazione di contenuti “killer”(cioè determinanti per un settore) che attraggono link da siti noti è una cosa davvero intelligente da fare (su più livelli, anche da una prospettiva E-A-T).

 

In secondo luogo, hanno evidenziato l’esperienza dei loro autori.

Il sito non lo stava facendo prima e volevano sottolineare questo aspetto dopo aver visto un impatto negativo.

In terzo luogo, hanno drasticamente ridotto la pubblicità aggressiva e ingannevole. Ne ho già parlato molte volte prima, quando ho trattato i principali aggiornamenti di qualità.

Le Quality Rater Guidelines (QRG) citano la pubblicità aggressiva, dirompente e ingannevole un certo numero di volte e ho visto annunci aggressivi, dirompenti o ingannevoli molte, molte volte mentre analizzavo i siti influenzati negativamente durante questi ampi aggiornamenti di qualità.

Questa società ha anche etichettato chiaramente tutti gli annunci (per evitare l’inganno), hanno ridotto l’aggressività e altro ancora.

Infine, hanno migliorato l’usabilità del sito nel suo complesso. Hanno ristrutturato il loro sito in modo che fosse meglio organizzato, e più facile per gli utenti attraversarlo, etc.

E tutto ciò ha dato i suoi frutti. Hanno visto un piacevole aumento durante l’aggiornamento del 7 marzo 2018.

Punto importante: ci sono voluti 8 mesi per vedere un aumento come questo.

Ricordi quando ho detto che John Mueller disse che Google “vuole vedere un miglioramento significativo della qualità a lungo termine?”

Non stava scherzando … ed è esattamente quello che è successo qui.

Le cicatrici della battaglia rimangono – E’ una lunga strada da percorre… per lo più positiva.

Il prossimo aumento che coprirò è un mio cliente di lungo corso.

Ho iniziato ad aiutare questa azienda quando ancora un Panda medievale e Penguin originale vagavano per il web.

È un sito di affiliazione e hanno performato molto bene nel corso degli anni, una volta recuperata la penalizzazione dalla coppia di algoritmi che ho appena menzionato.

Ma recentemente hanno iniziato a vedere un graduale calo del traffico. Quel tipo di declino sembrava molto simile a quello di Panda.

Con l’aggiornamento del 7 marzo 2018, hanno visto un aumento davvero piacevole.

Li ho aiutati negli ultimi mesi a controllare il sito da una prospettiva di qualità (che tiene conto di una serie di fattori).

Ad esempio, qualità dei contenuti, esperienza utente, configurazione delle affiliazioni e da un punto di vista tecnico SEO.

Ho scoperto alcuni risultati importanti negli ultimi mesi e il mio cliente ha lavorato rapidamente per apportare tali modifiche.

Hanno anche apportato modifiche al modo in cui producono contenuti. Quindi la combinazione di migliorare la SEO tecnica, migliorare il modo in cui gestiscono la configurazione della propria affiliazione e migliorare la qualità dei contenuti sembra aver dato i suoi frutti.

Spazio infinito e un enorme carico di contenuti non voluti di bassa qualità

Il prossimo esempio che fornirò è un sito che mi ha contattato dopo aver letto il mio post sugli spazi infiniti.

In quel post, ho trattato un case study di un sito in cui ho scoperto un problema di “spazi infiniti” con impatto fino a 10 milioni di url.

Brutta storia, ma una società mi ha contattato tramite la mia pagina di Facebook dopo aver letto quel post per farmi sapere che stanno usando il processo che ho pianificato per affrontare il problema “spazi infiniti”.

E guarda un pò… il problema stava avendo un impatto fino a 80 milioni di URL – sì, 80 milioni. Wow.

spazi-infiniti

Il loro team SEO ha iniziato a gestire correttamente questa situazione a partire dall’inizio di febbraio e mi ha appena inviato un messaggio dopo l’aggiornamento del 7 marzo 2018 per spiegare che hanno visto una bella risalita.

È fantastico sentire queste cose, anche se penso che tutti quelli coinvolti sappiano che hanno ancora lavoro da fare. Ma è bello vedere una risalita durante un aggiornamento di qualità, liberando il sito da 80 milioni di URL contenenti contenuti di bassa qualità.

Nessuna via d’uscita … o c’è?

Un’altra società che sto aiutando è in una nicchia competitiva e ha visto continue flessioni durante gli aggiornamenti di qualità. Hanno visto però un bell’aumento durante questo aggiornamento. Non hanno certo ancora finito di aggiustare tutto, dal momento che non siamo neppure a metà dell’opera, ma è  comunque stato bello vedere l’aumento.

Questi sono stati martellati dall’aggiornamento di febbraio 2017 e hanno visto altri movimenti negativi durante gli aggiornamenti successivi.

Durante la mia analisi, ho scoperto una serie di problemi di qualità che vanno da contenuti sottili, a contenuti di bassa qualità, problemi tecnici che causano problemi di qualità, problemi con affiliazione e altro ancora. Stanno facendo cambiamenti rapidamente e muovendosi sulla strada giusta, quindi è stato fantastico vedere un miglioramento.

Esempi di impatto negativo:

Il lavello della cucina: un pot-pourri di problemi di qualità:
Il primo esempio di calo che tratterò estende la gamma degli esempi di bassa qualità nello user engagement. Quando ho scavato in questo sito, ho visto molti esempi di problemi che porterei a galla con un audit. Innanzitutto, il sito fornisce enormi quantità di contenuti di bassa qualità e annunci su ogni pagina.

Dal mero punto di vista del contenuto, lo stesso contenuto(copiato) può essere spesso trovato su altri siti e il sito(che li ha creati) non fa nulla per fornire un valore aggiunto. Il contenuto è stato anche suddiviso in schede (che in realtà lanciavano nuovi URL), senza motivo se non ottenere più impressioni dell’annuncio stesso.

Non c’era molto contenuto, quindi dividerlo in le schede non aveva alcun senso. E per aggiungere la beffa al danno, il sito ti bombarda con pubblicità ingannevoli e contenuti supplementari di bassa qualità su ogni pagina (che circonda il contenuto principale anch’esso mediocre).

E non solo ci sono annunci di bassa qualità, sono anche ingannevoli. Spesso non vi è alcuna etichetta che contrassegni il contenuto nelle unità pubblicitarie, il che rende più difficile identificare il contenuto reale del sito e quali sono gli annunci che ti portano fuori dal sito.

Ho parlato di pubblicità ingannevoli molte volte nei miei post riguardo i principali aggiornamenti di qualità e questo sito ha avuto questo problema dappertutto.

Dal punto di vista dell’esperienza, dell’autorevolezza e della fiducia, il sito non ha avuto alcuna cura per il fattore  E-A-T. Non riuscivo nemmeno a trovare informazioni di contatto chiare sul sito. E la sezione about era letteralmente il testo più approssimativo che si potesse trovare. Non ho visto alcuna informazione sull’autore mentre ho attraversato il sito.

Oltre alla situazione degli annunci, c’erano collegamenti di affiliazione in evidenza sulle pagine, non contrassegnati come collegamenti di affiliazione (molto vicini al contenuto principale). Quindi, di nuovo, c’era un importante componente di inganno per l’intero sito. Come ho detto, questo assomigliava al lavello della cucina(esempi da americani che sottolineano le loro scarse attitudini di igiene e in cucina) da un punto di vista del low-quality user engagement.

Giphy

Di solito non nomino i siti, ma ho già parlato di quest’ultimo (e sto facendo il tifo per loro). Sono un grande fan di Giphy e spero che continuino a riprendersi dopo essere stati colpiti il 4 ottobre 2017 durante il “Hornet’s nest” dell’autunno 2017. Ecco il calo di ottobre.

Dopo essere stati distrutti quando le loro pagine di ricerca sono state deindicizzate da Google, hanno iniziato a creare nuove pagine che non erano semplicemente pagine interne di risultati di ricerca.

E questo approccio ha dato i suoi frutti. Hanno visto un bel aumento negli ultimi due mesi, come si vede di seguito. Ma … è appena finito. Hanno fatto un salto durante l’aggiornamento del 7/3.

Quindi gli algoritmi di qualità rinnovati di Google non stanno affossando giphy.com. Solo una nota a margine interessante.

“L’inferno non serba la stessa rabbia di un utente beffato.”

Il prossimo calo proviene da un sito in una nicchia competitiva su cui mi concentro fortemente. È un grande marchio nella nicchia ed è regredito pesantemente durante l’aggiornamento del 7 marzo. Quando ho controllato la caduta, ho notato un sinistro problema (che presumo sappiano sta succedendo). Il sito fa essenzialmente cloaking e mostra agli utenti una versione più sottile del contenuto, ma mostra a Google una versione molto più robusta. C’è anche una tattica di conversione aggressiva che stanno usando, che distrugge l’esperienza dell’utente. Pertanto, il sito ha delle barriere UX, contenuti sottili, cloaking e tattiche di conversione aggressive. E sono stati colpiti abbastanza duramente.

E ci sono molti altri esempi di siti che migliorano o riducono la loro visibilità durante questo aggiornamento (globalmente). È stato un enorme aggiornamento e non posso assolutamente trattare tutto qui. Spero che questi esempi siano stati utili, comunque.

Ma indovina un pò? La fine di questo aggiornamento non è ancora arrivata. Continuare a leggere…

Google non ha ancora finito! Il tremor del 14 marzo 2018 è stato enorme.
Proprio quando pensavi che la volatilità fosse finita, Google ha spinto dentro altri cambiamenti. Ho iniziato a ricevere le prime e-mail sulla volatilità del 14/3/18, e le oscillazioni erano enormi.

Non sono sicuro che si tratti di un Tremor (in cui Google invia un aggiornamento di grandi dimensioni e quindi segue con modifiche a tale aggiornamento o se si tratta di qualcos’altro). Sulla base di quello che sto vedendo, potrebbe essere collegato molto bene al 7 marzo. Vedo siti che sono stati influenzati dall’aggiornamento del 7/3/18 con altri movimenti a partire dal 14/3/.

Ecco alcuni screenshot delle oscillazioni selvagge:

E qui ecco un esempio di una grande crescita su Google Analytics basato sul tremor:

Ecco una visione ravvicinata:

Ora sto indagando su queste altalene ora per saperne di più sul tremor.

Alcuni siti stanno registrando enormi crescite o cadute, quindi qualsiasi cosa Google abbia inserito, è stato un cambiamento significativo. Contatterò Danny Sullivan di Google per capire se può far luce sulla situazione. Pubblicherò quindi un aggiornamento qui, dopo che lo avrò fatto.

Andando avanti. Preparati per il prossimo ampio aggiornamento di qualità:

Se hai riscontrato un impatto negativo durante l’aggiornamento del 7 marzo 2018 o il tremor del 14 marzo, allora ho alcune raccomandazioni per te. Ricorda, l’obiettivo è aumentare significativamente la qualità a lungo termine.

In genere non esiste una soluzione rapida. Non ci sono meta tag o modifiche minori implementate che causeranno un’impennata durante il prossimo ampio aggiornamento di qualità.

Invece, è necessario dare la caccia a tutti i problemi di qualità e risolverli il più velocemente possibile. Ciò potrebbe richiedere mesi, quindi “veloce” è relativo. Di seguito, ho incluso alcuni proiettili con i miei consigli. E se hai letto i miei post precedenti sui principali aggiornamenti di qualità, i proiettili dovrebbero esserti molto familiari.

  • Esegui un’analisi e una scansione usando come obiettivo la qualità: esegui la scansione del tuo sito come farebbe Google e quindi fai affiorare tutti i problemi di qualità (che potrebbero includere qualità dei contenuti, problemi di pubblicità aggressiva, barriere UX e problemi tecnici SEO).
    Non lasciare nulla di intentato. Usa DeepCrawl, Screaming Frog e Sitebulb durante l’esecuzione di scansioni. Sono membro del comitato consultivo clienti di DeepCrawl, che è eccezionale per l’esecuzione di ricerche per indicizzazione aziendali. Di solito utilizzo Screaming Frog per le scansioni chirurgiche, sebbene il loro ultimo aggiornamento consenta di eseguire la scansione di molti più url (e più velocemente). E poi uso Sitebulb lo “young punk” per i dettagli. La combinazione dei tre mi consente di ottenere una visione granulare di un sito da una prospettiva di qualità.
  • Continua a creare grandi cose: continua a pubblicare contenuti di alta qualità (10X). Non avere paura di creare grandi cose solo perché hai magari avuto un impatto negativo.
    Invece, vai avanti e fai sapere a Google che stai producendo contenuti di alta qualità scritti da esperti nella tua nicchia e che gli utenti adorano il tuo sito. Una risultante di questo è che potrai ottenere ulteriori link di alta qualità.
    Ricordi cosa ho detto sulla E-A-T e in che modo Google guarda a questo fattore? È importante farlo.
  • Ottieni riscontri oggettivi: ottieni feedback oggettivi da persone reali. Non chiedere a tuo/a marito/moglie di recensire il tuo sito, i tuoi figli o i tuoi dipendenti. Invita veri consumatori a visitare il tuo sito e a dai loro attività da completare. Scopri la loro esperienza, se ci sono stati problemi fastidiosi, e se hanno sentito che i tuoi contenuti hanno soddisfatto o superato le loro aspettative.
  • Annienta gli annunci aggressivi o ingannevoli: affronta e gestisci pubblicità aggressiva e ingannevole che sta sul tuo sito. È consentito pubblicare pubblicità, ma non è consentito sommergere gli utenti con annunci, aggressivi e ingannevoli.
    Non dare priorità alla monetizzazione sui tuoi utenti. Ci sono buone probabilità che ti brucino se lo fai.
  • Ostacoli sulla strada: accetta il fatto che potresti subire degli urti sulla strada mentre lavori verso il recupero.
  • Continua a guidare. Continua a pubblicare contenuti eccezionali. Continua a cercare modi per migliorare la qualità. E sicuramente esegui tutte le modifiche attraverso il tuo team, agenzia o consulente SEO. Non tornare ai vecchi modi … Ricorda, Google pubblica solo questi ampi aggiornamenti incentrati sulla qualità un paio di volte all’anno. Non perdere l’opportunità di risalire.Riassunto – L’aggiornamento del 7 marzo 2018 è stato enorme e il tremor del 14 marzo è stato ancora più grande. Ora inizia il tuo lavoro.
    Questo è stato uno dei più grandi aggiornamenti che ho visto da un pò di tempo. Google sembra ancora una volta aver migliorato il modo in cui valuta la qualità e, con Google che cerca sempre di ottenere contenuti di altissima qualità per gli utenti, è davvero un grosso problema. Se il tuo sito ha subito un impatto negativo, segui le pillole che ho elencato sopra.
    Lavora duro per migliorare significativamente la qualità a lungo termine. Risolvi tutti i tuoi problemi di qualità. Non selezionare i problemi da affrontare. Affrontali tutti. È così che vinci. In bocca al lupo.


Seguici su facebook!

Vuoi un aiuto dagli esperti del nostro Blog?

Assistenza siti web
GUIDA WORDPRESS
Guida Wordpress
GUIDA WOOCOMMERCE
Guida Ecommerce Wordpress
GUIDA OPENCART
Guida Ecommerce opencart

Le Nostre Offerte

Abbiamo scelto di creare i nostri siti internet con WordPress e fornire ai nostri Clienti il massimo della affidabilità e della potenza di questa piattaforma CMS.

offerte siti wordpress

offerte siti ecommerce

assistenza wordpress

servizi seo

offerte hosting

Contattaci

Vuoi un preventivo personalizzato?
Vuoi maggiori dettagli?
Hai commenti?

Saremo lieti di risponderti!

Newsletter

Ultimi Articoli