4 errori da tenere presenti

Progettando un sito e-commerce

4errori-usabilità-ecommerce

Come tutti i proprietari di imprese che gestiscono un sito web di ecommerce sanno, può volerci molto tempo e sforzo per colpire nel segno in termini di tasso di conversione.

Quando i risultati sono poco soddisfacenti, il primo istinto di solito è quello di fare grandi cambiamenti in tutte le pagine.

Quello che molte aziende non riescono a capire è che una grande quantità di decisioni di acquisto avvengono inconsciamente. Gli errori di progettazione possono sembrare minuscoli, ma hanno un impatto enorme alla fine dei conti.

È molto probabile che sulle tue pagine ci siano degli errori di User Experience(Esperienza di Navigazione) che spengono l’entusiasmo dei visitatori a prima vista. Ecco alcune cose che potresti aver trascurato nel tuo approccio.

mancanza gerarchia visiva

1. Mancanza di gerarchia visiva

Il Web design significa molto più che semplicemente rendere una piattaforma bella e affascinante.
La maggior parte del processo di lavoro è fondato sull’aderire ad una strategia di funzionalità basate sul raggiungimento di obiettivi. Utilizzando elementi visivi come il colore, il posizionamento, il contrasto, la forma, la dimensione, ecc. puoi organizzare strategicamente la pagina in modo che gli utenti possano essere fortemente impressionati dall’importanza di alcuni elementi. Fondamentalmente, si tratta di dove si vuole attirare lo sguardo dei clienti.

Ecco la home page di MailChimp:

homepage-mailchimp

 

Qual’è il primo posto in cui sono andati i tuoi occhi?

Probabilmente sono andati sulla CTA (chiamata all’azione o pulsante) al centro della pagina. Il pulsante che hanno utilizzato è leggermente in risalto rispetto allo schema di colori e il messaggio si staglia in modo molto prominente.

Sulla base degli obiettivi della tua pagina di destinazione, l’azione desiderata dovrebbe essere correttamente trasmessa sulla scala della gerarchia visiva e saltare agli occhi del visitatore.

 
TechWyse ha effettuato un caso di studio su come alcune pagine di destinazione attirano l’attenzione. Ecco la pagina di destinazione originale utilizzata nell’esperimento:

Ora, ecco la pagina di destinazione su una mappa di calore che mostra dove sono stati attirati gli occhi dei visitatori:

 

Si nota che il punto di massimo impegno è stato quello colorato di rosso vivo La figurina “NO FEES”. Il problema è che attira gli occhi, ma non ha alcuna azione o conduce a obiettivi correlati alla conversione. Pertanto, i visitatori vengono distratti dalle parti più importanti della pagina.

Uno strumento come Zarget ti aiuterà a identificare i modelli di comportamento, lettura e scansione dei visitatori sul tuo sito. Puoi anche monitorare l’interazione del browser con gli elementi in movimento e dinamica, a differenza delle mappe di calore basate su semplici istantanee (come quelle che Crazy Egg ti dà).

Quando stai progettando pagine di destinazione, tieni presente il tuo obiettivo principale”la conversione”. Vuoi ottenere registrazioni? Promuovere uno sconto su un prodotto? Qualunque sia la tua idea, assicurati che la tua gerarchia visiva evochi l’azione desiderata e trasporti gli utenti verso una conversione.

Proposta di valore poco chiara

2. Proposta di valore poco chiara

Tieni presente che non tutti vogliono che gli si venda qualcosa immediatamente. Visualizzare la tua proposta di vendita esclusiva al di là della pipistrella è un ottimo modo per invogliare i visitatori a vedere cosa c’è da offrire.

La tua proposta di valore è ciò che spiega ai clienti perché dovrebbero sceglierti rispetto ai concorrenti. Indipendentemente da ciò che vendi, questo deve essere evidente quasi immediatamente. L’uso diffuso di Amazon rende questo concetto estremamente vitale per la creazione di siti web di ecommerce. Perché un cliente dovrebbe acquistare da te invece che dai convenienti giganti?

La dura verità che molte aziende online affrontano, è che comunicare chiaramente la loro proposta di valore non è semplice.
Seguire questi passaggi quando crei la tua:

  • Identificare la necessità – La cosa più importante da trasmettere è che comprendi la necessità primaria del cliente. La proposta di valore dovrebbe iniziare ricapitolando ogni necessità.
  • Presentare la soluzione – Qui è necessario evidenziare i principali vantaggi del tuo servizio.
  • Mostrare differenziazione – Questa parte richiede un pò di finezza. Colpire un concorrente non è la soluzione finale.
    Invece, affrontare sottilmente le frustrazioni comuni che i clienti hanno all’interno dell’industria e il tuo modo unico di risolverli, potrebbe rappresentare l’arma vincente.
  • Fornire prove – Infine, è sicuro che la maggior parte dei clienti sarà scettico rispetto al messaggio che invii. A questo proposito, è sempre una buona mossa confermare le tue affermazioni con un riconoscimento comprovato. Testimonianze, casi di studio e storie di successo sono un ottimo modo per iniziare.
Processo di Pagamento

3. Processo di Pagamento

Il processo di Pagamento è forse il pezzo più importante del puzzle dell’ ecommerce. Dato che il tasso medio di abbandono del carrello è stato del 76,8% l’anno scorso, può essere un elemento di design molto complicato da padroneggiare. C’è una moltitudine di ragioni per cui le persone scelgono di abbandonare i loro carrelli:

Fondamentalmente, il tuo obiettivo dovrebbe essere quello di eliminare il maggior numero di salti che il cliente deve effettuare per acquistare. Ogni passo significa un’altra possibilità per il cliente di riconsiderare il suo acquisto. La semplicità è molto importante qui.

Ora, avere opzioni di pagamento ad un click come quelle di Amazon, non può essere utile o applicabile per tutte le piattaforme di ecommerce. Ma ci sono molti piccoli aggiustamenti di progettazione che puoi creare e elementi da aggiungere che renderanno il processo più semplice.

Innanzitutto, dovrebbe sempre essere disponibile una funzione in cui il cliente ha l’opzione di pagare come ospite. La maggior parte delle persone sa che la registrazione ad un sito web significa che sarà bombardato con spam.

Inoltre, assicurati che sia molto evidente ciò che c’è nel carrello e il costo totale, con tutti i costi inclusi. Ecco un esempio di un carrello di Amazon:

 

 

Esso mostra chiaramente il costo totale degli articoli e fornisce opzioni per la spedizione in modo che l’utente non verrà colpito con altri extra imprevisti.

Un’altra grande componente da includere è un indicatore dello stato di progresso:

Aggiungendo questo elemento al tuo processo di pagamento il tuo Design renderà il processo più organizzato con un imbuto chiaro verso una conversione.

Tutto ciò che aggiungi al tuo sito web di e-commerce porta in ultima analisi alla cassa. Se questa sezione è male organizzata, il tuo tasso di conversione subirà contraccolpi.

La tua scelta della piattaforma e-commerce farà la differenza: una personalizzabile come WordPress o Magento garantirà che il tuo carrello della spesa abbia i requisiti necessari, senza i quali il migliore design sarebbe privo di significato.

Così, mentre metti in atto i migliori sistemi di commercio elettronico, implementa tutti i consigli su come migliorare il tuo processo di pagamento e tieni sempre d’occhio le tue analitiche per vedere se stai raggiungendo i tuoi obiettivi di conversione.

Quanto quel 76,8% di abbandono carrelli puoi effettivamente aspettarti di recuperare?

Neil Patel, co-fondatore di Crazy Egg, Hello Bar e KISSmetrics, ha stimato il tasso di recupero in un 10-30% in un articolo che ha scritto per Forbes.

Tema Grafico obsoleto nel sito web

4. Tema Grafico obsoleto nel sito web

Le prime impressioni sono tutto in un sito ecommerce. Qual è il tuo primo pensiero quando vedi un sito come questo?

SITO-WEB-ANTICO

Se il tuo sito web sembra essere stato progettato negli anni ’90, i consumatori possono facilmente passare a conclusioni come:

a) non sei più in attività e
b) il tuo sito web non manterrà le mie informazioni preziose protette.

Entrambi vi costeranno credibilità e trasformeranno i potenziali acquirenti in uscite dal sito.

Inoltre, i siti obsoleti generalmente non funzionano bene nelle classifiche di ricerca.

Google aggiorna gli algoritmi di ricerca centinaia di volte l’anno e valuta l’esperienza utente rispetto alla maggior parte degli altri fattori di ranking.

Rohan Ayyar, di Search Engine Watch e guru del SEO, dice:

“È comune sapere che Google conduce frequenti studi sull’usabilità e compia esperimenti per migliorare i propri prodotti. Ecco perchè sono così seri riguardo l’usabilità di un sito. Il tuo sito web affonderà rapidamente nelle classifiche se continui ad ignorare l’usabilità “.

Potremmo aggiungere che se sei classificato nelle prime posizioni di Google, non è perchè hai fortuna o sei bravo. Ma solo perchè Google ha un diretto tornaconto a mostrare una pagina ben fatta ai propri navigatori. Pensaci bene.

Aggiustare il tuo web design con un approccio rivolto all’usabilità, richiederà un po ‘di ricerche di mercato. Dai un’occhiata ai siti web dei tuoi concorrenti per avere un’idea di come funziona il gioco. Inoltre, assicurati di stare al passo con le tendenze più recenti del web design.

Ad esempio, le pagine semplici che eliminano contenuti pesanti di testo vengono utilizzate più spesso ad oggi, per fungere come una potente introduzione ad un sito web.

Il focus principale della pagina di destinazione in questo caso è un video accattivante utilizzato per la prima impressione, piuttosto che un muro di testo che porti a inserzioni di prodotti.

In definitiva, se il tuo sito web è obsoleto, stai lasciando dei soldi sul tavolo. Non importa quanto sia grande il tuo contenuto, i visitatori a prima vista verranno disincentivati. Tuttavia, utilizzare pratiche standard di design non significa che devi conformarti alle ultime tendenze di progettazione o adattare il layout interno.

Ricorda che devi sempre focalizzare sulla persuasione prima che sulla conversione.

A Te

La progettazione di un sito web non richiede una laurea in Ingegneria. Tuttavia, trovare un perfetto equilibrio di elementi che portino un buon tasso di conversione probabilmente richiederà qualche sperimentazione. La chiave è sempre testare e ottimizzare.

Ogni sito di e-commerce richiederà formule diverse per le conversioni. Non cadere in preda a questi errori comuni.



Seguici su facebook!

Vuoi un aiuto dagli esperti del nostro Blog?

Assistenza siti web
GUIDA WORDPRESS
Guida Wordpress
GUIDA WOOCOMMERCE
Guida Ecommerce Wordpress
GUIDA OPENCART
Guida Ecommerce opencart

Le Nostre Offerte

Abbiamo scelto di creare i nostri siti internet con WordPress e fornire ai nostri Clienti il massimo della affidabilità e della potenza di questa piattaforma CMS.

offerte siti wordpress

offerte siti ecommerce

assistenza wordpress

servizi seo

offerte hosting

Contattaci

Vuoi un preventivo personalizzato?
Vuoi maggiori dettagli?
Hai commenti?

Saremo lieti di risponderti!

Newsletter

Ultimi Articoli